LIGHT DRAWINGS

PHOTO&CONTEMPORARY Via Dei Mille 36, Torino

Dal 11/05/2017 al 03/06/2017

Betta Gancia


BETTA GANCIA Photo& Contemporary è lieta di annunciare la prima personale “ LIGHT DRAWINGS “ di BETTA GANCIA che si terrà dal 10 Maggio al 3 Giugno. Nelle immagini dell’artista il fascino della forma si esprime attraverso tracce luminose che si rivelano in atmosfere notturne, cosmiche e silenziose. Sono scie, reticoli e figure sospese, misteriose e senza tempo. Intermittenze di luce che provengono dal mondo reale e confluiscono negli spazi aperti di una percezione visiva, sintetica e seriale, vicina all’idea di una fotografia che riflette sulla fonte primaria della sua stessa natura: la Luce. Il suo obbiettivo coglie l’intensità inedita che si diffonde di notte. Nei suoi scatti, i riflessi delicati e caldi delle ore serali si mescolano a volte con le sorgenti luminose artificiali, lasciando che la luce si diffonda in raggi, intrecci o forme fantastiche, siderali e totalmente astratte. A volte paiono creature o segni emersi da un ipotetico e recente “Big Bang elettronico” oppure dense composizioni nate da lontane reminescenze pittoriche Futuriste. “Immagine dopo immagine, lo sguardo di Betta ci conduce sicuro e senza improvvisazione verso nuovi mondi. La serialità e la ripetizione di alcuni soggetti rafforzano l’idea alla base dell’intera sequenza, slegando ogni frammento luminoso dal suo contesto originario. Nell’immaginario di Betta Gancia ogni riflesso si fa bidimensionale, ogni sfumatura diventa un contorno netto, i colori pure forme geometriche; l’autrice grazie a continue operazioni di astrazione, distoglie il soggetto dal suo contesto reale fino a non lasciarne alcuna traccia nella rappresentazione finale” commenta il critico Denis Curti. Il suo sguardo si concentra sulla luce con un approccio semantico, e ne coglie quel carattere di libertà e leggerezza che sottende la sintassi di un linguaggio fotografico cosi raffinato ed attraente da sembrare irreale. Le fotografie di Betta Gancia nascono da ciò che l’immagine istantanea genera nella memoria e nell’immaginazione di chi osserva il mondo, traducendosi in forme di matrice mentale che fluttuano senza peso in un oscuro spazio assoluto.

10b1fc6b-4004-45ae-8471-2eceab5635cd.jpeg1ceeda34-2e48-4271-a79c-4b8dda03c9c4.jpegfc236667-83bf-4ad2-9da6-bb57c054aeeb.jpeg0cf1c694-e93d-4637-87d6-12c5dff310ff.jpeg43bfa9b8-b37b-4e8a-85fb-8196eedddba5.jpeg0270440b-6921-4dbe-b3f2-c5b3dd915958.jpeg974340e2-948a-48ca-b263-f4e1bdfd87ba.jpeg8df85564-67f8-49c6-993a-2b662d2948c3.jpeg0e9684e0-5ca0-4caf-8782-44fa56c62aaf.jpeg